16 novembre 2018
Aggiornato 02:00

Cavaglià, donna percossa da due uomini e costretta a salire su un'auto

Il misterioso episodio, su cui indagano i Carabinieri, è avvenuto a Cavaglià. Secondo un testimone, due uomini si sarebbero accaniti contro una ragazza, mentre a Cerrione un uomo è finito in ospedale dopo essere stato aggredito.
(ANSA)

CAVAGLIA' - Misterioso episodio ieri notte, di venerdì 30 giugno, a Cavaglià, dove una donna sarebbe stata percossa da due uomini e poi fatta salire su di un'auto di grossa cilindrata. La chiamata al 112 era arrivata da un residente di via Vercellone, che aveva visto la scena e preso nota del modello del veicolo, una Bmw. Quando la pattuglia dei Carabinieri è arrivata sul posto, però, del terzetto non c'era più traccia. Secondo il testimone, due uomini si sarebbero accaniti contro una ragazza, facendola finire a terra, per poi costringerla a salire sul mezzo. Adesso le ricerche da parte dei Carabinieri della Bmw e dei suoi occupanti sono state diramate fino ad Ivrea.

AGGRESSIONE A CERIONE - E a Cerrione, un 37enne è stato trovato ferito e in stato confusionale nei presi della sua abitazione, sempre in orario notturno. L'uomo, che aveva attirato con le sue urla l'attenzione dei residenti, tanto che credendolo ubriaco avevano richiesto l'intervento dei carabinieri, era senza documenti e ha raccontato di essere stato aggredito. Soltanto in seguito è stato accertato che era un abitante della zona. Trasportato in ospedale a Ponderano, ora si trova ricoverato in prognosi riservata per le lesioni riportate al capo e alle braccia. Non è comunque in pericolo di vita.