15 dicembre 2017
Aggiornato 20:30
Cronaca

Nordafricano aggredito a Pavignano

Un biellese lo aveva identificato come l'autore del furto di un cellulare. Ora sono in corso accertamenti da parte dei Carabinieri per capire se si tratta di una mera casualitą o di un regolamento di conti.

Auto dei Carabinieri (© ANSA)

PAVIGNANO - I Carabinieri sono intervenuti ieri, domenica 2 luglio, a Pavignano, dopo che un cittadino marocchino aveva chiesto a una donna di usare la sua utenza telefonica per chiedere soccorso al 112. Una vicenda, questa, dai contorni singolari, in quanto all'arrivo della pattuglia il nordafricano, che mostrava chiari segni di percosse, si era già dileguato. A chi gli aveva prestato soccorso, però, aveva lasciato le sue generalità. E qui la sorpresa. Il nome compariva nei terminali dell'Arma, in quanto un paio di giorni prima un biellese lo aveva identificato come il possibile autore del furto del cellulare di sua moglie. Ora sono in corso accertamenti per capire se si tratta di una mera casualità o di un regolamento di conti.