14 novembre 2018
Aggiornato 07:30

Sordevolo, l'itinerario musicale fa tappa all'ecomuseo la Trappa

Quinto episodio questa domenica per la sesta edizione degli itinerari musicali nella rete museale Biellese. Alle 15 concerto mentre alle 16 visita guidata «La tradizione di ieri e oggi attraverso un mantice».
Duo Dissonance
Duo Dissonance (N.I.S.I Arte e Musica)

SORDEVOLO - Quinto itinerario musicale questa domenica a Sordevolo, All'Ecomuseo della tradizione costruttiva, la Trappa. Alle 15 concerto alle 16 visita guidata «La tradizione di ieri e di oggi attraverso un mantice» Duo Dissonance Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin alla fisarmonica.
Il programma intreccia ieri e oggi in una fitta trama: Piazzolla, rappresentante per eccellenza dello strumento a mantice, anticipa l’indissolubile unione dello strumento con il tango e le sue tradizioni. Ma l’arnese sonoro valica gli stereotipi che spesso lo definiscono, ed utilizzando l’arte secolare della trascrizione, può a pieno titolo esplorare periodi antecedenti alla sua nascita; e così si trova alle prese con alcune pagine di J.S. Bach, anch’egli «trascrittore» di Vivaldi. Si giunge così formare, con i compositori contemporanei, l’ideale percorso di collegamento tra ieri e oggi, attraverso le pieghe sfaccettate di un mantice ancora relativamente giovane.

LA TRAPPA - Costruita nella seconda metà del Settecento, la Trappa di Sordevolo deve il suo nome a una congregazione di monaci trappisti che la abitarono tra il 1796 e il 1802. Incompiuta e abbandonata per due secoli, la Trappa è un grande vuoto da riabitare, uno spazio d’incontro delle differenze e un luogo aperto dove partecipare alla costruzione di un bene comune. Abitare la Trappa è immergersi in un paesaggio e diventarne parte.

DUO DISSONANCE - Nasce dalla comune sensibilità nel voler «cavare» un’identità diversa dalla più nota fisarmonica. In quest’ottica la formazione propone riletture ed adattamenti di musica dedicata a generici strumenti da tasto o a tastiere ben specifiche (organo, clavicembalo) parallelamente ad un’opera di formazione e conoscenza verso i compositori, stimolandoli a produzioni originali per questa formazione. Composto da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, entrambi diplomati con il massimo dei voti e la lode in fisarmonica classica presso il Conservatorio «L. Cherubini» di Firenze, il duo è attivo dal 2005 ed ha suonato in prestigiose sedi e stagioni concertistiche italiane ed estere. Le loro produzioni discografiche sono state trasmesse a Rai Radio 3, Radio Belgrado.
L' ingresso è gratuito.