15 novembre 2018
Aggiornato 04:00

Ladri «sbadati» rubano le chiavi di una casa diversa da quella che vogliono svaligiare

I Carabinieri stanno cercando di identificare i due misteriosi motociclisti che hanno cercato di mettere a segno un colpo in Valle Elvo.
Misterioso furto nel parcheggio di una piscina biellese
Misterioso furto nel parcheggio di una piscina biellese (Shutterstock.com)

VALLE ELVO - Misterioso furto, ieri, venerdì 7 luglio, nel parcheggio di una piscina biellese. Dall'auto di una donna, residente in Valle Elvo, è sparito un mazzo di chiavi e qualcuno ha cercato di entrare, pochi minuti dopo, nella sua abitazione. La vicenda, dai contorni ancora non del tutto chiariti da parte dei Carabinieri, ha preso il via al mattino, quando la derubata e una sua amica decidono di godersi una giornata in riva all'acqua. Arrivano nel centro balneare e parcheggiano il veicolo. La seconda, lascia sul mezzo le chiavi di casa. Quando le due tornato a riprendere l'utilitaria, l'amara sorpresa: qualcuno ha spaccato un finestrino e rubato chiavi e libretto di circolazione. Non fanno a tempo, quasi, a richiedere l'intervento dei militari dell'Arma, che la proprietaria del mezzo viene avvertita dal padre, un uomo di 39 anni, che i ladri hanno fatto irruzione nel suo appartamento.

VIA SENZA RUBARE NULLA - Non riuscendo ad aprire la porta d'ingresso con le chiavi, visto che erano dell'amica e quindi di un altro alloggio, erano entrati mandando in frantumi il vetro di una finestra. Dopo aver messo le stanze a soqquadro, se ne sarebbero andati senza rubare nulla. Adesso i carabinieri stanno cercando di individuare i due misteriosi motociclisti che, nel paese di residenza della donna, hanno chiesto informazioni a un passante su dove si trovasse l'abitazione presa di mira.