14 novembre 2018
Aggiornato 08:30

Bomba d'acqua sul Biellese. Danni contenuti

Disagi in città e in particolare in località Masarone. Salva la Valle Cervo, in passato vittima di devastanti alluvioni.
Bomba d'acqua sul Biellese. Danni contenuti
Bomba d'acqua sul Biellese. Danni contenuti (Shutterstock.com)

BIELLA - La "bomba" d'acqua, peraltro prevista, che si è abbattuta nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 10 luglio, sul Biellese, ha visto diversi interventi da parte dei vigili del fuoco. Il più grave in località Masarone, a Biella, dove le infiltrazioni causate dalla pioggia hanno fatto collassare il tetto di una casa. Nessun ferito, solo tanto spavento per gli occupanti. Trovarsi nel pieno di un temporale, senza una copertura e con l'acqua che invadeva tutti i locali, e con il timore che l'intero stabile potesse risentirne, terrorizzerebbe chiunque. Ci ha pensato la squadra dei vigili del fuoco, immediatamente intervenuta, a tranquillizzare gli occupanti.

«SALVA» LA VALLE CERVO - E sempre i pompieri, dopo il nubifragio, ancora in un altro stabile del Masarone, hanno risolto un problema di infiltrazioni d'acqua, causate dalle tegole sconnesse. Per quello che riguarda il resto degli interventi, piante finite sulla sede stradale a Vigliano, Sala Biellese e in via Ogliaro, a Biella. Ancora da segnalare, in via Delleani, sempre in città, l'abbattimento, da parte di vento e precipitazioni, di un pino secolare. In Valle Cervo, che nel pomeriggio sembrava la più colpita dagli eventi atmosferici, invece, la situazione ha retto, tanto ad Andorno che a Campiglia, dove le vie di scolo, pervie, hanno evitato danni.