15 novembre 2018
Aggiornato 03:00

Pensionata derubata di 300 euro da una falsa postina

Con l'inganno è stata convinta a lasciare incustodita l'abitazione per firmare una raccomandata. Sui fatti stanno indagano i carabinieri
Un postino nell'atto della consegna
Un postino nell'atto della consegna (Shutterstock.com)

BIELLA - Un'anziana (76 anni di Biella) è stata raggirata e derubata di 300 euro da una sedicente postina.

I FATTI - Sono le 11,30 di lunedì 17 luglio e la donna è intenta alle quotidiane faccende domestiche quando sente suonare il citofono. «Sono la postina - sente dire da una voce femminile -. Potrebbe scendere nell'androne del palazzo? Deve firmare per ritirare una raccomandata». La pensionata esce di casa, senza chiudere la porta, e fa i tre piani di scale che la separano dall'ingresso dello stabile. Arrivata sotto, però, non trova nessuno. Rientrata nell'abitazione, qualche minuto più tardi si accorge che è sparito il portafogli, con dentro 300 euro, e chiama i carabinieri.

UN PROBABILE COMPLICE - L'ipotesi più probabile è che la finta postina potesse avere un complice che, visto la 76enne uscire senza chiudere la porta, sia entrato nell'appartamento e abbia commesso il furto, mentre la complice si dileguava velocemente, prima di essere vista dalla vittima.