15 novembre 2018
Aggiornato 02:30

Minori entrano di notte nella «Graniti Ramella» di Cossato

Stando alla loro versione non avevano intenzione di commettere un furto, ma solo di vedere da vicino delle auto d'epoca parcheggiate in azienda.
Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri (Diario di Biella)

COSSATO - Due minori, uno di 15 e l'altro di 17 anni, residenti nel Biellese Orientale, rischiano di finire nei guai dopo essere stati sorpresi all'interno della ditta «Graniti Ramella» di Cossato. L'episodio si è registrato ieri notte, domenica 23 luglio.

I FATTI - Poco prima delle 24 una donna, di passaggio in via Mazzini, ha notato due persone muoversi all'interno dell'azienda e, temendo che stessero per mettere a segno un furto, ha richiesto l'intervento dei carabinieri. In pochi istanti una pattuglia è giunta sul posto, mentre veniva contattato il titolare. Entrati, i militari dell'Arma hanno bloccato il 15enne, mentre l'amico si è dato alla fuga, per essere rintracciato poco dopo. Portati in caserma, i due hanno raccontato di essersi introdotti nella «Graniti Ramella» in quanto sapevano che c'erano delle auto d'epoca e volevano vederle da vicino. Una tesi in parte suffragata dal proprietario dell'azienda che, dopo un accurato controllo, ha confermato ai carabinieri che non mancava nulla. Gli accertamenti da parte dei militari dell'Arma comunque proseguono. Non è escluso che i due ragazzini possano essere deferiti al tribunale dei minori per essere entrati abusivamente nella proprietà.