16 novembre 2018
Aggiornato 01:30

Emma Bonino a Cossato per difendere gli immigrati

Ci saranno due incontri alla chiesa di San Defendente oggi, a frazione Ronco, uno alle 16.30 e uno alle 17.30. Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso libero, fino a esaurimento posti
Oggi Emma Bonino a Cossato per la campagna Ero Straniero - L'umanità che fa bene
Oggi Emma Bonino a Cossato per la campagna Ero Straniero - L'umanità che fa bene (Diario di Biella)

COSSATO - Oggi mercoledì 26 luglio, Emma Bonino sarà in Piemonte per un mini tour di presentazione della campagna "Ero Straniero - L'umanità che fa bene». Alle 12 interverrà a Torino, nell'aula consiliare del Consiglio regionale del Piemonte, con gli assessori regionali Monica Cerutti (Diritti civili e Immigrazione) e Augusto Ferrari (Politiche sociali), i consiglieri regionali Enrica Baricco (vicepresidente Comitato regionale per i Diritti Umani) e Daniele Valle (presidente Commissione Cultura, cooperazione e solidarietà), e con Domenico Fabio Trocino e Silvia Manzi (Comitato Diritti Umani).

NEL BIELLESE - Alle 17.30 sarà alla chiesa di San Defendente a Ronco di Cossato, via Montegrappa 1, con Walter Massa, coordinatore nazionale commissione immigrazione ARCI e don Mario Marchiori, organizzatore dell'iniziativa "Una chiesa a più voci». Un'ora prima, alle 16.30, si svolgerà nello stesso luogo una conferenza stampa, sempre con Emma Bonino. Entrambi gli incontri sono pubblici e a ingresso libero (sino a esaurimento posti) e si potrà sottoscrivere la proposta di legge.

PROGETTO DI LEGGE - Il progetto di legge di iniziativa popolare "Ero Straniero" prevede il superamento della Legge Bossi-Fini per cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione sociale, lavoro, diritto di voto e abolizione del reato di clandestinità. La campagna è stata lanciata da Emma Bonino con Radicali italiani e promossa a livello nazionale da ARCI, ACLI, CILD, ASGI, CNCA, A Buon Diritto, Centro Astalli, Casa della Carità, con il sostegno di numerose organizzazioni impegnate sul fronte dell’immigrazione, tra cui Caritas Italiana, Fondazione Migrantes, Comunità di Sant’Egidio e tante associazioni locali (a Torino Rete SenzaAsilo, Coordinamento Non Solo Asilo, ALTrE Prospettive, Giovani Democratici del Piemonte, ARCI Torino, CGIL Torino, ACLI Piemonte e ACLI Torino, Sinistra Italiana Piemonte, Delegazione Piemonte dei volontari di Servizio Civile, e altre). Inoltre molti sindaci hanno dato la loro adesione al progetto.