22 ottobre 2017
Aggiornato 14:00
Cronaca

Pescatore scivola e si incastra tra i massi di un torrente

Era andato a Cerrione per cercare esche vive. Ora si trova ricoverato all'ospedale Maggiore di Novara

Vigili del fuoco e polizia hanno fatto irruzione nella casa dell'anziano (© Diario di Biella)

BIELLA - Un pescatore di circa 70 anni, residente nel Biellese, si trova ricoverato dal pomeriggio di oggi, mercoledì 2 agosto, all'ospedale Maggiore di Novara, dopo essere precipitato tra i massi del torrente Olobbia a Cerrione. L'uomo, secondo quanto emerso, si era recato sul greto del corso d'acqua alla ricerca di esce vive quando è scivolato, finendo incastrato tra i massi. A dare l'allarme i familiari che, non vedendolo rientrare, hanno temuto che fosse rimasto vittima di un incidente, come effettivamente era accaduto. Rintracciato attraverso il sistema satellitare del telefono cellulare, è stato raggiunto da una squadra dei vigili del fuoco che è riuscito a liberarlo e a riportarlo a riva, dove lo attendeva l'èquipe medica del 118. I sanitari, valutate le sue condizioni, hanno deciso di farlo trasferire a Novara in elicottero. Non sarebbe comunque in pericolo di vita.