11 dicembre 2017
Aggiornato 10:00
Cronaca Biella

Detenuto picchia infermiere e quattro poliziotti

Dopo il colloquio con i familiari, un carcerato di 50 anni perde la testa. I fatti fanno seguito alle proteste degli agenti dei giorni scorsi

BIELLA - Ancora problemi nel carcere biellese. Un detenuto di 50 anni, dietro le sbarre per omicidio, ha aggredito un infermiere e poi gli agenti della polizia penitenziaria che cercavano di calmarlo. I fatti sono avvenuti al termine del colloquio del detenuto con i suoi parenti. Inspiegabile il colpo che l'uomo ha sferrato ai danni dell'infermiere, in pieno volto con un pugno. Nel tentativo di riportarlo alla ragione, quattro poliziotti sono rimasti leggermente contusi dei cinque intervenuti. Tutti hanno quindi fatto ricorso alle cure mediche.

TENSIONE - I drammatici fatti fanno seguito alle proteste dei giorni scorsi, quando diversi agenti aderenti ad alcune sigle sindacali protestavano per la propria condizione di lavoro, tra turni massacranti e mancanza di pianificazione al fine di garantire la sicurezza dietro le sbarre.