20 ottobre 2017
Aggiornato 10:30
Mongrando

Guardia medica picchiata: trauma facciale e prognosi di 8 giorni

Comunicato stampa dell'Azienda sanitaria locale: la visita alla bambina è stata regolarmente effettuata, l'aggressione è avvenuta dopo gli accertamenti, da parte della madre della piccola e di un altro uomo (non il padre)

L'ospedale di Biella (© Diario di Biella)

BIELLA - "In riferimento alle notizie diffuse sull’aggressione alla guardia medica precisiamo che nelle informazioni circolate vi sono numerose inesattezze. Il medico in servizio presso la sede di Mongrando, infatti, ha regolarmente visitato la piccola paziente - una bambina di cinque anni – che era stata accompagnata dal padre alle 21:45 di sabato 5 agosto. Dopo gli accertamenti è stata anche prescritta una terapia antibiotica. A distanza di circa dieci minuti il professionista ha subito l’aggressione da parte della madre della bambina, arrivata a Mongrando con un altro uomo. Otto giorni di prognosi per trauma contusivo con trauma facciale, trauma cranico minore, trauma distorsivo di rachide cervicale. Dopo la violenza subita il professionista ha sporto subito denuncia ai carabinieri».Questa la nota stampa diffusa oggi sui fatti di cui anche il Diario di Biella ha scritto, ieri (il caso)