21 ottobre 2017
Aggiornato 04:30
Cronaca

Scoppio di via Torino: c'è un ustionato

Si tratta dell'uomo che ha causato involontariamente la deflagrazione. Sulle cause sono in corso accertamenti da parte dei vigili del fuoco.

I pompieri e l'ambulanza in Via Torino (© Diario di Biella)

BIELLA - Si trova ricoverato all'ospedale di Ponderano con ustioni su diverse parti del corpo e una lieve intossicazione da fumo il 47enne che ieri, lunedì 7 agosto, ha accidentalmente causato uno scoppio nelle cantine di un palazzo di via Torino, a Biella. L'uomo, un ex carabiniere, stava effettuando alcuni lavori nello scantinato quando, per cause ancora in via di accertamento da parte dei vigili del fuoco, l'ambiente si è saturato di gas. È bastata una scintilla e si è avuta la deflagrazione, contenuta, seguita da una colonna di denso fumo nero che ha invaso tutto lo stabile.

L'INTERVENTO DEI POMPIERI - Il 47enne, ferito e sotto schock, ha avuto la forza di salire fino al suo alloggio, al quarto piano, per medicarsi. Ed è lì infatti che lo ha trovato una squadra di pompieri, impegnati nell'evacuazione del condominio. Sul posto è stata fatta intervenire l'èquipe medica del 118, che ha trasportato il ferito al Pronto Soccorso. Sull'episodio ora indaga la Polizia di Stato.