23 agosto 2017
Aggiornato 23:00
Cronaca

Polizia: bloccate due sedicenti postine

Attiravano i condomini fuori dai loro appartamenti per poi derubarli.

Un postino nell'atto della consegna (© Shutterstock.com)

BIELLA - Si fingevano postine per derubare gli abitanti del centro di Biella. A bloccare L.A. e L.M., entrambe residenti fuori provincia, ci ha pensato la Polizia di Stato. Le due donne, lo scorso 7 agosto, erano state notate da alcune persone suonare i citofoni di diversi stabili. E tutto questo dopo che, una settimana fa, qualcuno era riuscito a rubare qualche centinaia di euro nell'alloggio di un'anziana, facendola uscire di casa con la scusa che c'era una raccomandata da firmare. Dopo le tante segnalazioni arrivate, è partito il controllo da parte degli agenti della Squadra Mobile. Le due donne sono state agganciate in via Nazario Sauro, mentre suonavano i campanelli dei condomini di un immobile e cercavano di introdursi all'interno di chi rispondeva, senza riuscirvi o venendo messe in fuga. Stessa cosa avevano ripetuto in via De Marchi e in via Schiapparelli quando i poliziotti, raccolte prove sufficienti, le avevano poi bloccate. Portate in Questura, ora non potranno rimettere piede in città per tre anni.

EVITARE BRUTTE SORPRESE - E mai come in questi casi è d'obbligo la raccomandazione di chiudere sempre la porta alle spalle, se il postino chiede di scendere a piano terra per firmare per il ritiro di una busta. Mai lasciare il battente socchiuso, bensì chiuderlo anche con una doppia mandata per evitare sgradevoli sorprese.