12 dicembre 2017
Aggiornato 00:00
Cronaca

Rifiuta le cure del 118 e si allontana nella notte

È una 23enne residente nel Biellese che non ha ancora fatto rientro a casa. Secondo un familiare non è la prima volta che accade.

Una pattuglia dei carabinieri (© Adobe Stock)

VIVERONE - Dalla notte a cavallo tra mercoledì 9 e giovedì 10 agosto non si hanno più notizie di una 23enne, residente nel Biellese. Tutto ha avuto inizio a Viverone, quando in via Lungolago è stato richiesto l'intervento di un mezzo del 118 per una ragazza che vagava in stato confusionale. L'èquipe medica era riuscita a rintracciarla, però lei, palesemente ubriaca, aveva riufiutato di farsi visitare e firmato la scheda di declino delle responsabilità, per poi allontanarsi nel buio. A quel punto dalla centrale sanitaria di Novara era partita la chiamata al 112. Una pattuglia dell'Arma si era immediatamente portata sul posto, dove aveva rinvenuto uno zaino con dentro i documenti della giovane e i suoi effetti personali. Malgrado i controlli lungo le vie del paese, di lei non era stata trovata traccia. A quel punto i carabinieri, conoscendone l'indirizzo, erano andati a cercarla nella sua abitazione, dove avevano trovato un familiare. La persona aveva risposto loro che la 23enne non era rientrata e che non era la prima volta che ciò accadeva.

LE RICERCHE - Adesso sono in corso le ricerche per capire che fine abbia fatto la giovane che, senza soldi e documenti, smaltita la sbronza, potrebbe non essere in condizioni di rientrare da sola nella sua casa.