14 novembre 2018
Aggiornato 01:30

Minaccia di uccidersi per attirare l'attenzione

L'uomo, rimasto senza lavoro a 55 anni, era convinto di non trovare più un'occupazione: tranquillizzato dai carabinieri, è stato trasportato all'ospedale di Ponderano da un mezzo del 118, e ricoverato in osservazione
Pattuglia dei carabinieri
Pattuglia dei carabinieri (Diario di Biella)

COSSATO - Disperato perchè senza lavoro, e con l'assegno di mobilità in scadenza, minaccia il suicidio. A farlo desistere ieri, domenica 27 agosto, sono stati i carabinieri, giunti in via Ranzone, a Cossato, dopo che alcuni automobilisti avevano visto l'uomo, un 55enne, sporgersi pericolosamente dal ponte sul torrente Strona. Ai militari, che lo hanno avvicinato con cautela, ha raccontato che era rimasto disoccupato e che era sicuro che, alla sua età, non avrebbe più trovato un lavoro. Per questo aveva deciso di attirare l'attenzione, dopo aver ecceduto nel bere, inscenando un tentativo di suicidio. Il 55enne, dopo essere stato tranquillizzato dai carabinieri, è stato trasportato all'ospedale di Ponderano da un mezzo del 118, e ricoverato in osservazione.