25 settembre 2017
Aggiornato 15:30
Cronaca

Cordoglio in cittą per Annalisa Cuomo

Aveva lavorato nella struttura penitenziaria di via Dei Tigli. Aveva 51 e da tempo soffriva di un male incurabile. Impegnata pure nel mondo del volontariato

Annalisa Cuomo (© Polizia Penitenziaria)

BIELLA - Profondo cordoglio tra i suoi ex colleghi e tra chi in città l'ha conosciuta ha suscitato la morte di Annalisa Cuomo, a causa di un male incurabile. Il funzionario della polizia penitenziaria, commissario capo, lottava già da tempo contro la malattia. I colleghi di Biella la ricordano con ammirazione e rispetto. La donna aveva prestato servizio nel carcere di Viale dei Tigli con la qualifica di Ispettore (laurea in Giurisprudenza); poi ha partecipato ad un concorso per diventare funzionario e, vincendolo, dopo aver terminato il corso venne assegnata ad alcune sedi importanti e di rilievo nazionale. Annalisa Cuomo era nata a Salerno il 21 marzo 1966. Oltre che con la divisa, era pronta ad aiutare il prossimo pure nel sociale, impegnandosi nel servizio di volontariato.