24 settembre 2017
Aggiornato 17:30
Biella

Vaccinazioni, lettere alle famiglie e sanzioni in vista

La scorsa settimana, inviate le ultime missive tra Biella e Cossato. Il decreto Lorenzin prevede l'esclusione da nidi e materne e multe da 100 a 500 euro

Vaccini e giovani studenti (© Diario di Biella)

BIELLA - A partire dal prossimo 4 settembre, l'Azienda sanitaria locale si prepara a vaccinare circa 2 mila bambini e adolescenti del territorio, di età compresa da 0 a 16 anni. Si tratta di giovani e di giovanissimi che non hanno completato il loro ciclo di vaccinazioni previsti dal sistema sanitario nazionale.

I TEMPI - La scorsa settimana l'Asl ha inviato diverse centinaia di missive in tutta la Provincia di Biella, delle circa 1400 relative al distretto di Biella e 700 al distretto di Cossato. Le famiglie biellesi riceveranno quindi in questi giorni due diversi documenti: uno con l'ora ed il luogo dell'appuntamento per sottoporre i propri figli alla vaccinazione, l'altro invece da consegnare alla scuola con la firma di conferma di adesione alla vaccinazione. Per i bambini dei nidi e delle materne va consegnata a scuola entro il 10 settembre; per quelli di elementari, medie e superiori invece entro il 31 del prossimo mese di ottobre. Saranno poi le segreterie scolastiche a inviare nuovamente all'Asl tutto il materiale.

SANZIONI - I genitori che rifiuteranno la vaccinazione dei propri figli vedranno la loro esclusione dai nidi e dalle materne, oltre ad una sanzione. L'esclusione non è invece prevista per i ragazzi che frequentano la scuola dell'obbligo (elementari, medie e superiori) ma le famiglie potranno essere sanzionate, arrivando a dover pagare da 100 a 500 euro. L'Azienda sanitaria si è resa disponibile a venire incontro alle famiglie che non possano rispettare la data prevista dal sistema informatico, scegliendo date concordate, ma solo dietro ad una documentazione che attesti l'impossibilità del piano dell'Asl.