19 novembre 2017
Aggiornato 20:30
Biella

Viene curata ma lei si rifiuta di lasciare l'ospedale

È una giovane nigeriana senza fissa dimora. Stesso episodio ha avuto per protagonista un pakistano

Il nuovo ospedale (© Diario di Biella)

BIELLA - Accusa un malore a Masserano, viene portata in ospedale e al momento della dimissione si rifiuta di lasciare la struttura. Protagonista della vicenda una 18enne di origini nigeriane, senza fissa dimora, e sulla quale, come hanno scoperto in seguito i carabinieri, gravava un decreto di espulsione emesso dalla Prefettura di Torino. La ragazza sabato sera, intorno alle 22, aveva accusato un malore ed era stata trasportata in ambulanza a Ponderano. Sottoposta alle cure del caso, qualche ora dopo era stata informata dal personale sanitario che poteva andarsene. Lei aveva iniziato ad agitarsi, rifiutando di lasciare l'ospedale, tanto che erano dovuti intervenire i militari dell'Arma, che l'avevano poi portata in caserma, dove è stata identificata, in quanto senza documenti, e munita di foglio di via obbligatorio. Un analogo fatto si era registrato, sempre in quelle ore, al Pronto Soccorso. In questo caso era stato un cittadino pakistano, di 28 anni, senza fissa dimora, a rifiutare la dimissione, asserendo di avere un problema, poi rilevatosi inesistente, a un arto inferiore.