18 ottobre 2018
Aggiornato 06:30

Carabinieri salvano la vita a un ciclista

L'uomo era precipitato in un dirupo. Al recupero hanno partecipato anche i vigili del fuoco
Un momento dell'intervento
Un momento dell'intervento (Diario di Biella)

BIELLA - Deve la vita ai carabinieri il ciclista di 37 anni, di Mezzana Mortigliengo, che ieri, domenica 17 settembre, è precipitato in un dirupo a Masserano. L'allarme era scattato intorno alle 20 quando l'uomo, ferito, aveva ancora trovato le forze per contattare telefonicamente un'amica, prima che il cellulare smettesse di funzionare. Lei, aveva immediatamente chiamato il 112 chiedendo aiuto. Avviata la macchina dei soccorsi sul posto si era portato il maresciallo Giulio Perotti, comandante della Stazione di Masserano, insieme a un collega. Entrambi fuori servizio, avevano "battuto" via Roma, chiamando a gran voce il 37enne, fino a quando avevano sentito un lamento provenire dal fitto della boscaglia. Uno sguardo, ed ecco la bicicletta elettrica, che rischiava di precipitare sul ferito. Ed è scattata così la solidarietà dei residenti in zona, che fornivano ai militari una corda per assicurarla. Poi l'arrivo di una squadra dei vigili del fuoco, che tagliavano alcune piante per avvicinarsi al 37enne e poterlo recuperare. Il ciclista è stato in seguito trasportato in ambulanza all'ospedale di Ponderano. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Vigili del fuoco in azione nel salvataggio

Vigili del fuoco in azione nel salvataggio (© Diario di Biella)