18 ottobre 2018
Aggiornato 22:00

Biella, riapre la Biblioteca dei ragazzi

Appuntamento per sabato 30 settembre. Sarà l’occasione anche per riorganizzare gli spazi di Villa Schneider che resterà sede di alcuni uffici comunali ma che diventerà anche la casa dell’Anpi
Palazzina Piacenza
Palazzina Piacenza (Comune di Biella)

BIELLA - C’è una data per la riapertura della Biblioteca Ragazzi: sabato 30 settembre sarà il giorno in cui i lettori più giovani di città e provincia potranno tornare a valicare le soglie della Palazzina Piacenza. La risistemazione della storica sede è la penultima opera del cosiddetto Pisu, il piano integrato di sviluppo urbano avviato nel 2011 e cofinanziato con fondi europei, a essere completata. Ora manca solo il parcheggio multipiano della funicolare, nell’area ex Boglietti. Ma il servizio non ha mai cessato di funzionare fino a giugno, quando sono cominciate le operazioni di trasloco dalla sede provvisoria di Villa Schneider, dalla parte opposta di via Pietro Micca. Dopo circa tre mesi di lavoro, ora il patrimonio di libri per bambini e ragazzi è pronto a essere nuovamente messo a disposizione in una struttura più funzionale e accogliente.

ANPI - Sarà l’occasione anche per riorganizzare gli spazi di Villa Schneider che resterà sede di alcuni uffici comunali ma che diventerà anche la casa dell’Anpi, l’associazione nazionale dei partigiani. Una scelta simbolica e non casuale dato che la villa di piazza La Marmora è stata sede delle truppe di occupazione naziste dal 1943 al 24 aprile 1945 e, soprattutto, sede di prigionia, torture e omicidi dei combattenti italiani fatti prigionieri. L’Anpi avrà a disposizione un locale al piano terreno e contribuirà a rendere più fruibile anche lo spazio espositivo allestito nel seminterrato, che ripercorre la storia di quel luogo negli anni della guerra.