18 ottobre 2018
Aggiornato 21:30

Mucrone Days, un successo da record

Quasi trecento persone iscritte alla gara di corsa, e circa mille e cinquecento coloro che hanno raggiunto Oropa
«Puffi» alla corsa verso Oropa
«Puffi» alla corsa verso Oropa (Pietro Ostano)

BIELLA - La terza edizione dei Mucrone Days potrebbe passare alla storia come quella con il miglior successo di sempre. Sono state almeno 1500 le persone che, in funivia, a piedi o di corsa con i pettorali della Muc Fun Race, hanno raggiunto Oropasport per la domenica dedicata al re delle montagne biellesi. A queste si aggiungono i giornalisti accreditati al seminario specialistico di sabato e gli spettatori della serata dedicata ai documentari del regista e naturalista Carlo Alberto Pinelli, sempre a Oropa.

LA FESTA - Aiutata (ma non troppo) dalle condizioni meteo, con la zona del lago del Mucrone avvolta nelle nuvole basse fino al primo pomeriggio, la manifestazione ha fatto registrare il tutto esaurito o quasi per tutti i suoi eventi. Erano 298 gli iscritti alla Muc Fun Race, svoltasi con il divertimento di tutti i concorrenti in maschera e nonostante il contrattempo dei segnali di indicazione del percorso rimossi da sconosciuti nella zona del monte Cucco. I migliori tempi sono stati fatti registrare da Alessandro Mello Rella e Francesco Caucino in campo maschile, con i loro travestimenti da nuotatrice e da moglie sexy di Babbo Natale, e da Susan Ostano, prima tra le donne con un vestito da Minni (ma senza orecchie, perse lungo la salita). Il premio per il miglior travestimento di gruppo è però andato a un team che ha riprodotto la cestovia del Camino, correndo lungo i 14 chilometri di tracciato infilati dentro una cesta con la scritta «salviamola». Un auspicio a cui ha risposto il presidente della Fondazione Funivie Oropa Andrea Pollono durante la premiazione.