18 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

Virtus Biella sontuosa in Coppa Piemonte

Nella partita più difficile, sulla carta, della manifestazione, la squadra biellese viene superata solo tie break dal Settimo (B1)
Prochimica Novarese Virtus Biella
Prochimica Novarese Virtus Biella (Diario di Biella)

BIELLA - Nella gara sulla carta più difficile del Trofeo Valter Turco, la Coppa Piemonte di serie B, contro la Lilliput Settimo di B1 (team giovane ma costruita per giocarsi i playoff di categoria), la Prochimica Novarese Virtus Biella estrae dal cilindro una prestazione di squadra sontuosa venendo superata dalle torinesi solamente nelle fasi finali del tie break. Le nerofucsia, comunque si portano a casa un punto che consente di collocarsi al secondo posto del girone 2, con due punti di vantaggio dal Caselle e tre dal Trecate, prossima avversaria questa sera delle biellesi. Tranne per il secondo set (vinto nettamente dalle ospiti) la partita del PalaSarselli è sempre stata caratterizzata da grande equilibrio. Coach Mucciolo ha ha riproposto in campo lo stesso sestetto vincente a Caselle (Mariottini palleggio, Morandi opposto, Zecchini e Bogliani centrali, Fonsati El Hajjam bande con Baratella libero), alternando gli ingressi di Bevilacqua per El Hajjam e di Cavalieri per Morandi in battuta e difesa.

LA GARA - Nel primo set la Prochimica è riuscita a rimontare le torinesi nella fase finale del set (21-20) dopo essere stata sotto anche di quattro punti (12-16) e a chiudere la frazione sul 25-21. Nel secondo set la gara è rimasta in equilibrio per tutta la prima parte, anche se con le torinesi sempre avanti (5-8, poi 14-16); nella parte finale, però, le nerofucsia si sono fermate in attacco e la Lilliput è scappata, chiudendo facilmente sul 25-16. Il terzo set è stato il più combattuto, con continui sorpassi da una parte all'altra (prima 4-8, poi 16-15 e 17-21); giunta avanti ai vantaggi, la Virtus non è riuscita a chiudere alle prime due occasioni, lasciando campo alle torinesi (27-29). Nel quarto set coach Venco ha dato spazio a qualche riserva (fuori la palleggiatrice Nicolini e la banda Zingaro), situazione che ha agevolato le nerofucsia brave ad imporsi nuovamente nelle fasi finali del set (da 19-21 a 25-22) e di conquistare l'accesso al quinto set. Al tie break la Lilliput è partita subito forte, allargando il divario nella parte centrale del set (6-10). Le nerofucsia, però, sono state brave a sfruttare le occasioni che la ricezione avversaria ha offerto loro riportandosi nuovamente sotto fino al 13 pari; la Lilliput ha però resistito all'assalto biellese e con un muro su Bogliani ha chiuso la partita sul 13-15.

LE PAROLE - «Sicuramente questa è stata una prova estremamente positiva, soprattutto se pensiamo che eravamo contro una squadra di categoria superiore costruita per fare bene - è stato il commento soddisfatto a fine gara di coach Cristiano Mucciolo -. Siamo riusciti a tenere testa alla Lilliput molto bene se si esclude il secondo set dove abbiamo faticato su una rotazione. Terzo e quarto sono stati equilibrati e se li avessimo vinti non ci sarebbe stato niente di sbagliato. Naturalmente queste buone partite di Coppa non devono farci dimenticare quali sono le cose ancora da migliorare e i nostri obbiettivi per il campionato, ma ci devono dare spunti e indicarci quali sono le cose su cui dobbiamo ancora lavorare, come la gestione della palla alta o alcune situazioni di contrattacco e cambio palla. Però oggi ho visto una squadra viva, che gioca e lotta su ogni pallone, anche se talvolta fa qualche errore. In questo momento le impressioni sono più positive che negative, poi il compito di noi allenatori è trovare l'errore e correggerlo. Dovremo anche essere brave a non montarci la testa per questi risultati e a continuare a lavorare con la stessa intensità e umiltà con cui abbiamo lavorato fino ad adesso».