Riapre la Biblioteca dei Ragazzi, una sezione intitolata a Giacomo Anderi

Sarà una cerimonia doppia quella di sabato 30 settembre alla Palazzina Piacenza. Si comincia alle 16
La storica Palazzina Piacenza
La storica Palazzina Piacenza (Comune di Biellao)

BIELLA - Sarà una cerimonia doppia quella di sabato 30 settembre alla Palazzina Piacenza: a partire dalle 16 si celebrerà il ritorno della Biblioteca dei Ragazzi nella sua sede storica, appena restaurata e rimessa a nuovo, e si dedicherà la sezione per i giovani adulti a Giacomo Anderi, nipote di Rosalia Aglietta Anderi a cui la biblioteca è intitolata, scomparso nei mesi scorsi a 21 anni.

DONAZIONE - La sezione sarà arricchita dalla donazione che la famiglia ha voluto fare della collezione di libri, fumetti e videogiochi didattici per ragazzi che apparteneva al giovane, accettata con delibera di giunta approvata lunedì 25 settembre. Beppe Anderi, padre di Giacomo e figlio di Rosalia, sarà presente alla cerimonia di intitolazione e all’inaugurazione degli spazi rinnovati. Con lui interverranno il sindaco Marco Cavicchioli, l’assessore alla cultura Teresa Barresi e Mauro Vercellotti, l’architetto che ha firmato il progetto di restauro. Saranno presenti anche rappresentanti della famiglia Piacenza, che fece costruire l’edificio come sede del suo lanificio scuola nel 1911. La Palazzina Piacenza è la penultima opera del Pisu, il piano integrato di sviluppo urbano avviato nel 2011 e cofinanziato con fondi europei, a essere completata. Il maxi-progetto ha già visto il restauro dello stabile di piazza Curiel diventato nuova casa della Biblioteca Civica dall’aprile 2016.

DOPPIA FESTA - Per quella zona della città sarà una festa doppia: alla riapertura della Biblioteca dei Ragazzi nella sede storica, si aggiunge il recupero di Villa Boffo, lo stabile all’angolo tra piazza La Marmora e via Gramsci che diventerà sede del progetto Mente Locale, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e gestito dalla sezione biellese dell’Aima. La villa ospiterà un centro sperimentale per il trattamento ela cura dell’Alzheimer, con terapie e attività per affrontare i disturbi della memoria dell’età avanzata con un approccio nuovo. Il doppio «open day» della nuova struttura sarà venerdì 29 settembre dalle 15 alle 18 e sabato 30 dalle 9,30 alle 13.