18 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

«A Biella, Cavicchioli nega il problema sicurezza»

La maggioranza di governo in città respinge la mozione di Fratelli d'Italia e Lega Nord. L'attacco di Andrea Delmastro
Delmastro e l'ex macello (oggetto di grandi polemiche)
Delmastro e l'ex macello (oggetto di grandi polemiche) (Diario di Biella)

BIELLA - Il tema della sicurezza divide la politica locale, con lo scontro tra maggioranza di centrosinistra contro opposizione di centrodestra nel corso del consiglio comunale di oggi a Palazzo Oropa. «Questa sera la sinistra cavicchioliana ha respinto la mozione di Fratelli di Italia e Lega Nord con cui veniva chiesto di rinnovare ordinanze sui bivacchi ai giardini e di introdurre ordinanze contro l'accattonaggio molesto fuori dai supermercati e nelle zone limitrofe al Mercato di Biella di Piazza Falcone. E ancora: prevedere una turnazione precisa dei vigili urbani affinché possano dare piena attuazione delle ordinanze. Il sindaco Cavicchioli ha risposto che non esistono questi problemi e ha fatto bocciare la mozione dalla sua maggioranza» sostiene Andrea Delmastro, consigliere e leader di Fratelli d'Italia.

LA PROTESTA - «Sappiano i cittadini di Biella che per il Sindaco di Biella: vanno bene i bivacchi nei giardini cittadini, vanno bene gli accattoni molesti fuori dai supermercati, vanno bene gli accattoni molesti nelle zone limitrofe al Mercato di Biella. Ancora una volta il sindaco di Biella nega il problema della sicurezza e testimonia il suo assoluto disinteresse alle richieste di sicurezza dei cittadini. La sinistra ha testualmente affermato che "non crede nel Sindaco sceriffo disegnato dal Ministro Minniti con il decreto sicurezza". Si sappia che a Biella esiste questa sinistra: una sinistra che scarica Minniti perchè si accorge del problema sicurezza» le dure parole di Delmastro.