Viverone: la donna ustionata non è più in pericolo di vita

Aveva appiccato il fuoco alle sterpaglie in giardino quando era stata investita dalle fiamme
Il Cto di Torino
Il Cto di Torino (Diario di Torino)

BIELLA - Non è più in pericolo di vita la 50enne rimasta ustionata ieri, giovedì 28 settembre, a Viverone. La donna, residente a Cascina di Ponente, aveva appiccato il fuoco ad alcune sterpaglie in giardino, quando è stata investita dalle fiamme al volto e alle braccia. Il rogo, poi, sfuggito al controllo, aveva raggiunto una legnaia. Sono stati attimi di terrore, con persone che soccorrevano la 50enne sotto schock per le lesioni e altre che richiedevano l'invio dei soccorsi. In pochi minuti sul posto giungevano una squadra dei Vigili del Fuoco, che spegneva l'incendio, e l'èquipe medica del 118. Viste le condizioni della donna, gli operatori sanitari hanno fatto intervenire l'elisoccorso. Trasportata al centro grandi ustionati del Cto di Torino, dove si trova tuttora ricoverata, è stata giudicata non in pericolo di vita, seppure la prognosi resta riservata.