26 luglio 2021
Aggiornato 14:00
Cronaca dal Biellese

Vercellese si perde dalle parti della diga di Masserano

È stato ritrovato vivo dai carabinieri in una zona impervia e rocciosa

MASSERANO - Abbandona il sentiero principale per una via secondaria e si perde nei boschi vicino alla diga di Masserano. Protagonista della vicenda, avvenuta ieri, domenica primo ottobre, un 21enne di Vercelli, ritrovato ferito dal comandante della Stazione carabinieri, Giulio Perotti, in una zona rocciosa, a tre chilometri da dove era stato visto l'ultima volta. Il giovane insieme a due amici, un ragazzo di 23 anni originario del Pavese e un altro vercellese di 24, aveva raggiunto la zona per fare una grigliata. Verso le 20, il terzetto aveva deciso di rientrare. Mentre stavano raggiungendo l'auto, il più giovane si è inoltrato nella vegetazione, seguendo una pista per mountain bike. Pochi minuti dopo la chiamata: si era perso ed era in difficoltà. Poi più nulla. Il cellulare risultava spento. I due conoscenti, allora, hanno contattato il 112 e fatto scattare la macchina dei soccorsi. Sul posto si portavano carabinieri, vigili del fuoco e volontari dell'Aib. Dopo circa mezz'ora, è stato il maresciallo Perotti, con un collega, a trovare il 21enne, dopo aver percorso, armato di torcia elettrica, nel buoio reso ancora più fitto dalla vegetazione, in un terreno impervio, circa tre chilometri. Il ragazzo è stato in seguito trasportato all'ospedale di Ponderano. Le sue condizioni non sono gravi.