18 gennaio 2020
Aggiornato 20:30
Basket A2/ Le pagelle

Eurotrend a trazione americana. «Siamo qui per competere»

Ferguson e Bowers sono i migliori realizzatori e giocatori della serata, contro Trapani. L'orgoglio di coach Carrea

BIELLA - Ecco le pagelle della Pallacanestro Biella, che ha superato al Forum Trapani sul punteggio di 78 a 60.

FERGUSON VOTO 8 (punti 20) - Prestazione sopra le righe, non solo in attacco. Pure in difesa infatti contribuisce alla costruzione della vittoria, spendendosi generosamente. 9/18 al tiro e soprattutto piena sintonia con il nuovo americano. Insieme paiono una coppia stratosferica per il livello dell'Ovest.

CHIARASTELLA VOTO 5,5 (punti 5) - Cifre un po' modeste, in 30 minuti di gioco.

BOWERS VOTO 8,5 (punti 20) - Spacca la partita con un secondo quarto perfetto, nel corso del quale segna 13 punti con diverse triple. Comunque sempre presente e utile alla causa. Esperienza e concretezza. Se gioca sempre così, la stagione è salva.

UGLIETTI VOTO 6 (punti 0) - «Ha giocato una partita di una solidità pazzesca» ha detto di lui coach Carrea, elogiandolo davanti a tutti i giornalisti in sala stampa, nonostante lo zero a referto per i punti. In attacco infatti continua a ligare con il ferro, mentre in difesa effettivamente si è speso con grande cuore.

POLLONE L. VOTO 7 (punti 5) - Ha dato la prima spallata a Trapani, con una "bomba" e tanta grinta nel primo tempo, mostrando tutta la fragilità dei granata siciliani. Poi è un po' scomparso, ma la vittoria era già in banca.

POLLONE M. ne

DANNA ne

RATTALINO VOTO 7 (punti 4) - Chiamato subito nella mischia dal coach, si è fatto trovare pronto in attacco e valere in difesa, contro Renzi e Perry che sulla carta avrebbero dovuto mangiarselo. Invece il giovane pivot ha fatto un figurone.

TESSITORI VOTO 6,5 (punti 14) - Parte male e infatti viene sostituito con largo anticipo. Poi con il crescere della squadra, migliora. Le statistiche finali lo premiano ampiamente. E nel quarto quarto, tra schiacciata sulla testa degli avversari su un assist di un compagno e stoppata su Jefferson, si prende una bella dose di applausi. Ma contro un Renzi evanescente (ad essere pignoli) doveva mostrare qualcosa di più e di meglio. «E' un centro dominante del campionato... E' ora che tutti lo capiscano, arbitri compresi. Non tutelato, ma capito...» ha detto di lui Carrea nel post-gara.

SGOBBA VOTO 6,5 (punti 10) - Prova sufficiente, con cifre a posto, ma dire che abbia brillato no.

CARREA VOTO 8,5 - Sta gestendo alla grande la transizione tra la corazzata dell'anno scorso e la squadra di quest'anno: meno fisica, meno atletica e con meno punti nelle mani. L'avvio di partita sembrava dimostrarlo clamorosamente. Invece la squadra ha saputo reagire, stordendo gli ospiti con una difesa asfissiante: frutto di un lavoro e di una coesione da applaudire. Questa squadra, senza Hall, è più allenabile e quindi sua. Se farà bene anche quest'anno, dopo essere stato l'allenatore dell'anno nel passato torneo, gli si aprono scenari di carriera molto interessanti al piano superiore. «Siamo qui per competere» ha detto in sala stampa. Quando una frase fotografa un uomo e un coach.

Coach Carrea (foto Tesoro)

Coach Carrea (foto Tesoro) (© Pallacanestro Biella)