22 ottobre 2017
Aggiornato 12:00
Biella

Moda sostenibile, sabato di bellezza a Cittądellarte

Sono attesi per sabato fashion brands e designers, istituzioni e imprese, artisti e attivisti di diverse nazionalitą, che condivideranno progetti caratterizzati dal concetto di “Social Impact Fashion”

Cittadellarte (© Diario di Biella)

BIELLA - Come può l’industria della moda distribuire bellezza non solo incorporandola nell’oggetto fashion, ma anche creando dei riflessi positivi sulle vite delle persone e delle organizzazioni economiche che la producono? Attorno a questa domanda si focalizzerà la mostra-evento «Le stanze della moda sostenibile», in programma sabato 14 ottobre a partire dalle 11 a Cittadellarte. L’evento rientra nel contesto della prima «La Turin Fashion Design Week", che vedrà la partecipazione di oltre cento rappresentanti del design provenienti da tutto il mondo e un totale di circa 300 invitati speciali. «Per i nostri studenti – ha affermato il direttore IAAD Laura Milani – come per i designer selezionati, la reinterpretazione del fashion show è un esercizio di rinnovamento culturale, una messa in scena di nuovi pensieri e di idee per il futuro».

Natalia Semenova

Natalia Semenova (© Diario di Biella)

L'EVENTO - Tornando alla mostra evento di sabato 14 a Biella – il cui concept sarà basato sul Social Innovation Design – mira a una riflessione su come e quando la filiera della moda può diventare ingranaggio di un organismo virtuoso, il cui impatto sociale e ambientale sia positivo. Sono attesi per l’occasione fashion brands e designers, istituzioni e imprese, artisti e attivisti di diverse nazionalità, che condivideranno progetti caratterizzati dal concetto di «Social Impact Fashion» (moda a impatto sociale). Proprio la moda sostenibile, infatti, sarà il filo rosso dell’iniziativa. Saranno presentati molti casi ed esempi virtuosi di questa specificità, che contempleranno diversi settori quali moda, arte e design. Attraverso installazioni, performance e capi di moda verrà messo in luce come l’industria del fashion possa essere motore di rigenerazione e ridisegno della società contemporanea. La mostra-evento sarà composta da stazioni installative che si racconteranno attraverso un apposito materiale informativo (o documentari) e capi di moda. Non mancherà, inoltre, il momento di confronto tra i partecipanti in una tavola rotonda. «Che senso possono avere oggi – analizza il direttore di Cittadellarte Paolo Naldini – parole come modernità, avanguardia e innovazione? Concetti come lusso e bellezza? Quali sono i termini che contano, oggi, per chi ama la moda?».

Cttadellarte

Cttadellarte (© Diario di Biella)