22 ottobre 2017
Aggiornato 12:00
Cronaca

Cacciatore dimentica il fucile in un bosco e finisce denunciato

Nei guai un uomo residente nel Basso Biellese, che ieri si è recato con amici a fare un battuta nel Vercellese

Cacciatore nei guai con i carabinieri (© Diario di Biella)

BIELLA - Dimentica il fucile dopo una battuta di caccia e viene denunciato dai carabinieri per omessa custodia di armi. A finire nei guai è stato un 46enne, residente nel Basso Biellese, che ieri, mercoledì 11 ottobre, si era recato in provincia di Vercelli, con alcuni conoscenti, per una battuta di caccia. Al termine della giornata, aveva fatto rientro a casa ed è allora che si è accorto di aver dimenticato il fucile, un semiautomatico calibro 12 marca Beretta, nel bosco. Tornato velocemente sul posto, non lo ha più trovato. Forse, qualche altro cacciatore, passato da quelle parti, e siamo nel campo delle ipotesi, ha pensato bene di approppriarsene. Il 46enne si è recato subito dai carabinieri per segnalare l'accaduto, pur consapevole della denuncia a cui andava incontro. Le armi, come raccomandano le forze dell'ordine, vanno sempre tenute sotto stretta sorveglianza. Una dimenticanza, come questa, potrebbe causare gravi danni a persone o cose se il fucile in questione finisse nelle mani sbagliate.