18 settembre 2019
Aggiornato 02:30
Biella

Siccità, l'appello del sindaco: «Limitate gli sprechi»

Dal 1 al 23 ottobre, secondo i dati dell’Osservatorio di Oropa, è caduto meno di un millimetro di pioggia
Siccità, l'appello del sindaco di Biella Marco Cavicchioli
Siccità, l'appello del sindaco di Biella Marco Cavicchioli ANSA

BIELLA - Basta un dato a spiegare la situazione meteorologica eccezionale di questo autunno biellese: dal 1 al 23 ottobre, secondo i dati dell’Osservatorio di Oropa, è caduto meno di un millimetro di pioggia. E l’episodio più che sporadico si è verificato il primo giorno del mese. Da allora siamo a 22 giorni senza precipitazioni, una situazione che ha alzato la soglia di allarme per la siccità. Per questo il sindaco Marco Cavicchioli e il vicesindaco Diego Presa lanciano un appello ai cittadini, anche se a Biella non si è ancora registrata carenza di risorse idriche.

RISPARMIARE ACQUA - «Non sappiamo quanto durerà ancora questo periodo anomalo senza piogge. Ma possiamo tutti insieme fare qualcosa per risparmiare acqua e far sì che nella nostra città non sia necessario prendere provvedimenti di emergenza. Invitiamo tutti i cittadini a evitare sprechi e a moderare l’uso dell’acqua quando non è strettamente necessario. Basta poco: per esempio azionare lavatrici o lavastoviglie solo a pieno carico, usare la doccia anziché il bagno che richiede una quantità di acqua quattro volte maggiore, o tenere aperti i rubinetti solo per il tempo necessario, per esempio quando ci si lava i denti».

LE PAROLE - «In alcuni centri collinari e montani - aggiunge Diego Presa, che è anche presidente dell’Ato2, l’ambito territoriale idrico che raggruppa Biella, Vercelli, Valsesia e Casale - è già stato necessario l’intervento delle autobotti insieme ai razionamenti. A Biella non siamo a questo punto e con un piccolo aiuto da parte di tutti i cittadini potremo attendere il ritorno delle piogge con serenità»