24 novembre 2017
Aggiornato 21:30
Sport

La Rhythmic School a Prato per la terza prova di serie A

Doppiata la metą del campionato e dopo aver assaporato la vittoria nella prova di Fabiano due settimane, la Rhythmic School si appresta ad effettuare la trasferta di Prato con rinnovato spirito agonistico

Premiazione per le atlete della Rhythmic School (© Rhythmic School)

BIELLA - Doppiata la metà del campionato e dopo aver assaporato la vittoria nella prova di Fabiano due settimane orsono, la Rhythmic School si appresta ad effettuare la trasferta di Prato con rinnovato spirito agonistico. «La preparazione delle atlete è proseguita con buona continuità, anche se giornalmente non mancano i problemi che fortunatamente, per il momento, siamo riuscite a superare grazie alla disponibilità di molti – esordisce la DT Tatiana Shpilevaya – in merito al campionato, dopo un terzo ed un primo posto nelle prove precedenti non possiamo più nasconderci, anche perchè il resto delle compagini in gara ci considera una delle maggiori forze in campo. Occorre ora consolidare i risultati precedenti cercando di mantenere le posizioni di vertice anche nella terza prova che ci vede impegnate a Prato nel fine settimana».

LA SFIDA - Le atlete sono cariche psicologicamente e pronte tecnicamente ad affrontare anche questa ennesima sfida, delicata ed importante, perché  vedrà nuovamente le atlete cambiare gli attrezzi rispetto alle esibizioni già effettuate nel corso del campionato. «Sarà importante – conclude la tecnica - scendere in pedana concentrate e determinate a fare ognuna il proprio meglio, sarà poi, come di consueto, la giuria a valutare le performances delle ginnaste ed a decretare la classifica finale».

LE RAGAZZE - Scenderanno in campo a Prato a difendere i colori della Scuola di Ginnastica di Tatiana Shpilevaya e della Ritmica piemontese le seguenti RSgirls: Alessia Leone, Rebecca Di Siena, Giada Lideo, Anna Pellegrini, Gaia Garoffolo, Greta Riccardi, Emma Battoraro e la stella rumena Ana Luiza Filiorianu. Saranno accompagnate e seguite in gara, oltre che da Tatiana Shpilevaya, dalle allenatrici Tiziana Colognese, Elisa Vaccaro, Antonella Chiesa,  Arianna Prete e dalla coreografa Lena Chursina. Saranno presenti a Prato anche un buon numero di supporters della Rhythmic School che non mancheranno di fare sentire il loro tifo ed incitare le atlete in pedana.