24 novembre 2017
Aggiornato 21:30
Rugby femminile

La Nazionale italiana torna a Biella: grande sfida con la Francia

Allo stadio Pozzo/Lamarmora, sabato 19 novembre, Sara Barattin e compagne affronteranno un test match dal valore internazionale

Italdonne (© ANSA)

BIELLA - Si avvicina sempre più la data del 19 novembre, che per il rugby piemontese significa ospitare a Biella, allo stadio Pozzo/Lamarmora (ore 14.30), la nazionale Italdonne in un test match che le vedrà contrapposte all’equipe francese. Biella è stata la città che ha ospitato nel 2007 il primo match casalingo dell’Italia nel 6 Nazioni Femminile, evento storico per l’Italdonne, ammesse a partecipare ad uno dei tornei più prestigiosi al mondo. L’Italia riparte dal nono posto mondiale ottenuto la scorsa estate in Irlanda, e dall’ottavo detenuto nel world ranking, miglior risultato mai raggiunto da una nazionale Fir sia a livello maschile che femminile. La Nazionale, dopo un decennio ricco di soddisfazioni, torna sul campo di Biella senza molte veterane e con numerose novità tra le atlete convocate.

CAPITANO - Nelle vesti di capitano la riconfermatissima Sara Barattin, l’atleta con più caps all’attivo (76) e autrice, lo scorso 26 agosto, della meta decisiva contro la Spagna per ottenere il nono posto. «Questo tipo di amichevoli prestigiose, a noi fanno bene. In particolare quest’anno, con tante atlete nuove,  che dobbiamo ritrovare l’amalgama del gruppo. Essere la più vecchia del gruppo non è per me un problema ed avere un gruppo che è un misto di esperienza e freschezza è molto bello» ha detto.

L'AVVERSARIA - La Francia sarà avversaria di grandissimo valore, terzo posto mondiale la scorsa estate e terzo posto del world ranking, con ben tre giocatrici convocate per la prima partita dei Barbarians femminile (il dream team del rugby), tutte indicazioni che ci dicono del valore e della qualità di gioco delle avversarie delle azzurre.