22 settembre 2018
Aggiornato 21:00

Sciopero generale, in ospedale garantite soltanto le urgenze

Alcune sigle sindacali hanno deciso di incrociare le braccia nella giornata di venerdì 10 novembre
Il nuovo ospedale biellese
Il nuovo ospedale biellese (Diario di Biella)

BIELLA - Nella giornata di venerdì 10 novembre è stato dichiarato da alcune sigle sindacali uno sciopero che coinvolge i lavoratori del settore pubblico. Pertanto, in tale giornata potrebbero non essere garantite, presso l'ospedale e i vari sportelli dell'Azienda sanitari locale, le prestazioni che non rivestono carattere di urgenza. Allo sciopero generale nazionale come proclamato da CIB-UNICOBAS, COBAS, USB ha aderito l'Associazione Sindacale USB Pubblico Impiego. Lo sciopero generale è stato indetto, tra l'altro, per protestare contro le politiche economiche e sociali del Governo italiano e dell'Unione Europea, affermare il diritto al salario, al reddito, alla pensione, i rinnovi contrattuali, il rilancio dell'occupazione e la cancellazione della precarietà, nonché contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle aziende strategiche per il paese.