24 novembre 2017
Aggiornato 21:30
Cronaca dal Biellese

Restano in carcere due delle tre biellesi arrestate a Pompei

Alla più giovane è stata concessa una misura alternativa e ha già fatto rientro in città

Carabinieri (© Diario di Biella)

BIELLA - Restano in carcere due delle tre donne biellesi fermate, nei giorni scorsi, a Pompei, dopo che avevano rubato un portafogli e prelevato dal conto del derubato duemila euro. Si tratta di Maria Bevilacqua, 40 anni, e Lucia Dalfonso, 58, mentre A.M., 24, avendo figli piccoli, ha ottenuto l'obbligo di dimora a Biella, e dovrà recarsi tutti giorni a firmare negli uffici della caserma di via Rosselli. Il terzetto, che pur senza avere la disponibilità di un'auto si sposta lungo tutta la penisola, era approdato nella cittadina campana e si era dato subito da fare. Entrato in un centro commerciale, mentre era in corso uno spettacolo organizzato da una scuola di ballo, si era mescolato al pubblico, per poi rubare un portafogli. Dopo aveva effettuato i prelievi con il bancomat. È stato il secondo a tradire le tre donne, che sono state bloccate e arrestate. Ulteriori accertamenti hanno permesso di scoprire che, nel recente passato, si sarebbero macchiate di analoghi furti un po' ovunque in Italia.