9 dicembre 2019
Aggiornato 10:30
Baske A2

Pallacanestro Biella inarrestabile: vittoria anche ad Agrigento

Grande prova della squadra di Michele Carrea, che s'impone sull'82 a 74, in Sicilia. Ferguson ancora decisivo ne mette 30

BIELLA - Una domenica perfetta per un'impresa che lascia il segno, esattamente come dieci mesi fa a queste latitudini. Una prova di grande personalità per l'Eurotrend Biella, che allunga così la striscia di successi consecutivi in campionato: sono cinque adesso, con l'82-74 rimediato questa sera sul parquet del PalaMoncada. Nella tana di Agrigento, sempre vincente fino ad oggi tra le mura amiche, trascinati da 30 punti di Jazz Ferguson i rossoblù costruiscono nel primo quarto un solido margine di vantaggio. Cuore, alta precisione e qualche sbavatura solo nei «metri finali» dell'ultima frazione: per coach Carrea è tris di successi in tre stagioni sui legni di Porto Empedocle.

PRIMO QUARTO - Alla palla a due coach Franco Ciani schiera Cannon, Zugno, Evangelisti, Guariglia e Williams; coach Michele Carrea si affida al consueto starting five: Ferguson, Chiarastella, Bowers, Uglietti e Tessitori. I padroni di casa aprono dall'arco con Zugno ma è Biella pronti via a convincere di più e sbagliare meno: i rossoblù firmano un break di 8 punti con Tessitori, Ferguson e Uglietti. La Moncada prova ad accorciare con Cannon ma deve fare i conti con un Amedeo Tessitori subito protagonista: altri 4 punti per il centro pisano e punteggio che sale sul 7-12. Uglietti e Chiarastella, grande ex di turno applaudito nel pre gara e premiato con una targa per i suoi lunghi trascorsi in maglia biancoazzurra, difendono a testa altissima e l'Eurotrend ha tutto per allungare in fuga: tripla di Bowers e vantaggio che si dilata a +8, 9-17. Archiviato il primo time out Agrigento smuove con Lovisotto e Ambrosin, Biella invece mette a referto i primi punti di Giorgio Sgobba e due liberi di Ferguson: 15-22. Chiude ancora Jazz con due punti in penetrazione: è 15-24 al 10°.

SECONDO QUARTO - È una Biella più che mai concreta: Ferguson mette a segno il decimo canestro dal campo su tredici tentati dai rossoblù, lo segue Luca Pollone con due liberi e il compagno made in USA Bowers su assist di Chiarastella: +15. La Moncada incassa e tenta di rientrare affidandosi al tiro dall'arco e sostenuta dai suoi tifosi: dalla lunga centrano Evangelisti e Lovisotto e coach Carrea, dopo altri due punti di Williams, ordina il time out. Al rientro Biella scappa aggrappata alle ali di Uglietti e Bowers; per i siciliani aggiungono punti Lovisotto e il capitano, Evangelisti. Il finale del quarto è ancora di marca Eurotrend: Ferguson e Chiarastella mettono in cascina due canestri pesantissimi, valgono il +17, il massimo vantaggio biellese del primo tempo. Riduce di un soffio Williams dall'area, poi si va a riposo. Al PalaMoncada è 29-44.

TERZO QUARTO - Biella riparte ai ritmi dei primi venti minuti, con Uglietti urla dall'arco, subisce due liberi da Cannon e un canestro di Evangelisti e firma un break di 7 punti nel quale partecipano anche Ferguson, Bowers e Tessitori: nuovo massimo vantaggio, +21, 33-54. Coach Ciani è obbligato a chiamare la sospensione ma alla ripresa la Moncada smuove solo dalla linea del tiro libero. Tessitori invece aggiunge al suo repertorio della domenica la «solita» parabola perfetta dalla lunga. Lo imita Zugno dalla parte opposta del campo, libero di centrare l'anello: 38-57. Dopo un controbreak di 6 punti, è Carrea a prenotare la paura nel tentativo di ribaltare nuovamente l'inerzia. Vicina ai titoli di coda della frazione l'Eurotrend cala un po' in lucidità e consente alla Moncada di accorciare ancora con Evangelisti e Cannon. L'ultimo minuto, anticipato in lunetta da Wheatle, lo chiudono Tessitori e Ferguson da oltre otto metri: 46-65.

QUARTO QUARTO - I primi punti del periodo sono di Marco Evangelisti e Simone Pepe (in lunetta con tre liberi). A spezzare il ritmo dei padroni di casa ci pensa Ferguson dalla media: il capitano raggiunge dopo poco più di mezz'ora il suo consueto «20» a tabellino. Biella prova ad addormentare il gioco forte di un buon vantaggio da gestire. Alla lista del quarto si aggiunge Tessitori, dalla media e aiutato dal tabellone, Cannon e Ambrosin, che con un due su due proietta i suoi a quota 55. La Moncada prova a riaprirla a 3'51» dal game over con un 2+1 di Lovisotto, e Biella va un po' nel panico. Ma ci pensa ancora Jazz, nel canestro che dieci mesi fa regalò al fotofinish un'altra memorabile vittoria ai rossoblù: la sua bomba spinge l'Eurotrend di nuovo avanti di 13 lunghezze. Poco cambia fino all'ultimo minuto killer, con Agrigento a -8 palla in mano, che diventa -6 a cinquanta secondi dalla fine. Nel valzer delle lunette Biella mette il punto esclamativo con il suo capitano e l'ex, Chiarastella. Sui legni di Porto Empedocle termina 74-82.

Moncada Agrigento-Eurotrend Biella 74-82
Parziali: 15-24, 29-44, 46-65.

Moncada Agrigento: Savoca, Cannon 10, Zugno 8, Evangelisti 17, Cuffaro, Magro, Williams 7, Ambrosin 6, Guariglia 2, Pepe 8, Lovisotto 16. All.: Ciani.

Eurotrend Biella: Ferguson 30, Chiarastella 4, Bowers 14, Uglietti 11, Ambrosetti, L. Pollone 2, M. Pollone, Wheatle 3, Rattalino, Tessitori 15, Sgobba 3. All.: Carrea.

Arbitri: Dionisi, Yang Yao, Catani.