17 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca

Basso Biellese preso di mira dai predoni dell'oro

Nei pressi delle abitazioni dove sono stati messi a segno i furti è stata notata un'auto di colore chiaro

Carabinieri (© Diario di Biella)

BIELLA - C'è un particolare che lega una serie di furti messi a segno ieri, sabato 25 novembre, nel Basso Biellese: la presenza di un'utilitaria di colore chiaro. La prima volta è stata notata allontanarsi, velocemente, da un'abitazione di Viverone, dove qualcuno, dopo aver infranto una portafinestra, aveva messo tutte le stanze a soqquadro e rubato diversi monili in oro. La segnalazione, ai carabinieri giunti sul posto per gli accertamenti di rito, è arrivata dai vicini di casa del derubato, un uomo di 33 anni. E lo stesso veicolo avrebbe fatto la sua ricomparsa, non tanto tempo dopo e poco distante, a Roppolo. Qui, ignoti avevano fatto irruzione in un appartamento, aperto un armadio metallico, peraltro vuoto, e rubato tutto l'oro che c'era in casa. In un vicino boschetto, inoltre, qualcuno aveva notato delle luci. E in ultimo, razzia anche in un'abitazione di Cavaglià, da dove hanno preso il volo diversi oggetti preziosi.