17 dicembre 2017
Aggiornato 01:30
Comune di Biella

Al via l'operazione contro l'Emergenza freddo

L'anno prossimo i senza tetto saranno ospitati in un'ala dedicata del Belletti Bona, dove da alcuni giorni sono gią stati accolti

L'ingresso del Belletti Bona (© Diario di Biella)

BIELLA - A sei anni dalla sua prima edizione, per "Emergenza Freddo il 2017" sarà l’ultimo anno in cui i senzatetto della città saranno accolti al Belletti Bona: da novembre 2018 infatti è prevista l’apertura di un nuovo dormitorio, situato in un’ala apposita dello stesso istituto. Anche per questo motivo, l’amministrazione comunale ha deciso di anticipare al 10 novembre scorso, un mese prima rispetto al solito, l’accoglienza per i senzatetto presenti in città, circa 50 secondo le stime dell’assessore ai servizi sociali Francesca Salivotti, che spiega: «In pochi giorni siamo riusciti ad aprire le porte del Belletti Bona. Già la prima notte siamo riusciti ad ospitare 15 persone senza dimora».

COMUNE - Un’operazione voluta fortemente dal sindaco Marco Cavicchioli, che dice: «Se un Comune non è in grado di farsi carico di questa situazioni e di queste politiche rivolte agli ultimi, mi chiedo che cosa ci stiamo a fare qua». L'operazione ha coinvolto anche molte delle associazioni biellesi occupate nel campo del volontariato.

LA STRUTTURA - La struttura accoglierà temporaneamente, per 121 giorni, i senzatetto: il costo per persona a notte è di 22 euro, con i quali si riesce a fornire, oltre ad un letto, un pasto caldo, la prima colazione e il monitoraggio delle condizioni di salute, grazie alla collaborazione delle infermiere della Croce Rossa. Chi vuole contribuire a questa iniziativa, può farlo attraverso un bonifico al codice IBAN IT 66 B 06090 22300 000013890039, intestato all’associazione La Rete.