17 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca dal Biellese

Guasto ad uno scambio, treni soppressi e caos per i pendolari

Disagi ieri per tutta la mattinata sul collegamento tra Torino e Milano. Tra le vittime, anche la senatrice Favero

Tabellone delle partenze a Milano. Per Torino ci sono 40 minuti di ritardo (© Diario di Biella)

BIELLA - Un ennesimo guasto ad uno scambio, nei pressi della stazione di Settimo Torinese, ha causato ieri ritardi di circa un’ora e la soppressione di alcuni treni per i viaggiatori diretti verso Torino e Milano. In tutta la mattinata, in totale sono stati 14 i treni regionali coinvolti in questa situazione, che poi nel corso della giornata è andata via via migliorando. La rabbia dei pendolari non è pero diminuita, i quali hanno denunciano, oltre ai disagi causati dal guasto, l’ennesimo caso delle carrozze «fantasma», chiuse a causa della mancanza del personale. Nonostante Trenitalia abbia assicurato qualche settimana fa l’arrivo di nuovi capitreno nella regione Piemonte, i problemi continuano, evidenziati soprattutto dalle proteste dei pendolari, vittime dei ritardi dei convogli. Tanti i biellesi coinvolti, di fatto bloccati nelle stazioni di Santhià e di Vercelli. Tra le vittime del disagio, anche la senatrice Nicoletta Favero

La senatrice Favero, ieri a Milano

La senatrice Favero, ieri a Milano (© Diario di Biella)