17 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca dal Biellese

Donna aggredita da due cani di grossa taglia

Si è sacrificata per cercare di salvare il suo piccolo animale da compagnia

Oggi i carabinieri sono tornati dalla proprietaria dei cani (© Diario di Biella)

BRUSNENGO - Una donna di 48 anni ha riportato lesioni permanenti al volto e a una mano dopo essere stata aggredita da due cani di grossa taglia, che si erano scagliati contro il suo cagnolino. L'episodio, agghiacciante, si è registrato ieri, mercoledì 6 dicembre, a Brusnengo. La vittima, come ogni giorno, era uscita per fare una passeggiata con il suo animale da compagnia, quando da un'abitazione del paese due cani hanno scavato una fossa sotto alla recinzione e si sono avventati su di lei, che si è abbassata per proteggere il cagnolino, poi trasportato da un veterinario in gravi condizioni. E anche la 48enne è stata violentemente aggredita e morsa, tanto che oltre a una profonda ferita al setto nasale ha subito anche la parziale amputazione di un dito della mano destra. Per lei i medici del Pronto Soccorso di Ponderano hanno emesso una prognosi di ben trenta giorni. Oggi, i veterinari dell'Asl, insieme ai carabinieri, sono tornati nella villetta di Brusnengo, di proprietà di una 37enne, che ora rischia la denuncia per lesioni gravissime, per controllare le condizioni dei due cani aggressivi.