21 aprile 2018
Aggiornato 09:30
Provincia di Biella

Pioggia e neve, revocato il divieto di pesca

In ragione delle abbondanti precipitazioni di questi giorni, nei corsi d'acqua non sono più in pericolo carpe, rutilo, tinca, cefalo e altri tipi di pesci

La decisione è della Provincia di Biella (© Diario di Biella)

BIELLA - A seguito delle abbondanti precipitazioni nevose e  piovose, la sopravvivenza della fauna acquatica nei corsi d'acqua del territorio non è più in pericolo, pertanto con l'ordinanza n. 2 in data 8 gennaio, (con decorrenza 10 gennaio 2018) è stata disposta dalla Provincia di Biella la revoca dell'ordinanza n. 161/2017  del 30 ottobre  2017, avente per oggetto: "Divieto di pesca in acque ciprinicole sull'intero territorio provinciale». Sono definite acque ciprinicole o di categoria B le acque popolate in prevalenza da pesci appartenenti alla famiglia dei ciprinidi, quindi saranno presenti maggiormente carpa,  barbo, rutilo, tinca, cefalo, scardola ,alborella, cavedano, persico e luccio.