Cronaca | Biella

Una Polizia di Stato "senza frontiere"

Il raggio d'azione del personale si aprirà al di fuori delle mura cittadine. L'annuncio del questore Parisi

Il questore Parisi
Il questore Parisi (Diario di Biella)

BIELLA - «Quest'anno lavoreremo anche sul territorio provinciale, perchè merita attenzione come la città di Biella». L'annuncio arriva dal questore Nicola Alfredo Parisi che, questa mattina, giovedì 11 gennaio, ha rivelato un progetto che partirà a breve e che coinvolgerà le forze di sicurezza del Biellese. Quindi, messi a punto da parte della Prefettura gli ultimi dettagli, il raggio d'azione del personale di via Sant'Eusebio si aprirà al di fuori dei confini della città. La notizia è arrivata al termine dell'incontro durante il quale sono stati resi noti i dati dei servizi effettuati dalla Polizia di Stato nel 2017.

I NUMERI - In particolare, sono state indagate 200 persone e ne sono state arrestate 26, e tutte le pratiche sono andate a buon fine, visto che non sono rimaste inevase quelle contro ignoti. La Squadra Mobile ha perseguito 112 reati, contro i 73 del 2016, mentre gli agenti delle Volanti hanno effettuato 24 arresti, con un incremento superiore al 50%, grazie ai 3200 servizi effettuati nel corso dei 365 giorni dell'anno. L'Ufficio immigrazione ha emesso oltre 3 mila permessi di soggiorno e ne ha revocati il 78% in più rispetto sempre al 2016. La Polizia Postale ha perseguito 45 truffe informatiche, mentre la Polizia Stradale controllato 4708 veicoli e 5317 persone.