18 ottobre 2018
Aggiornato 09:45

Carabinieri: due arresti e dodici denunce

È il frutto del servizio straordinario di pattugliamento del territorio
Carabinieri
Carabinieri (Diario di Biella)

BIELLA - Nei giorni 16 e 17 gennaio i carabinieri del Comando provinciale di Biella hanno attuato un servizio di pattugliamento straordinario del territorio, che ha interessato le aree maggiormente colpite da furti, truffe e spaccio di stupefacenti. In particolare, sono stati controllate circa 300 tra persone e auto. Di rilievo i risultati, che hanno visto l'arresto di due persone e la denuncia di altre dodici. In particolare, un 57enne residente nel Cossatese è finito dietro alle sbarre per detenzione di stupefacenti. L'uomo, titolare di un circolo privato del quartiere Riva di Biella, è stato sorpreso con addosso 25 grammi di cocaina, mentre nella sua abitazione sono stati ulteriormente rinvenuti 110 grammi di marijuana. E in carcere è finito anche un torinese di 48 anni, attualmente domiciliato in una struttura di Cerrione, dopo essere stato condannato per bancarotta fraudolenta. La sua condotta, ha portato il magistrato a sospendergli la misura cautelare meno afflittiva. E ancora sono stati otto gli automobilisti a cui è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza, con tassi alcolemici che andavano da 0,88 fino a 1,88 grammi/litro.

GIUSTIZIA - Tutti sono stati denunciati e a quattro di loro sono stati confiscati i veicoli. Tre biellesi, inoltre, sono stati indagati per il possesso di sostanze stupefacenti, con il sequestro totale di sei grammi di marijuana. In ultimo, un 40enne residente in città è stato sorpreso dai militari dell'Arma mentre tentava di mettere a segno un colpo su un'auto in sosta, in via Quintino Sella. È stato denunciato per tentato furto.