21 settembre 2018
Aggiornato 12:00

Colpaccio Eurotrend: successo a Trapani

Prestazione da applausi per i rossoblů, che hanno vinto in Sicilia dopo un tempo supplementare. Finisce 91 a 93
Festa ieri nello spogliatoio rossoblů
Festa ieri nello spogliatoio rossoblů (Pallacanestro Biella)

BIELLA - Applausi per Biella, onore a Trapani. La spuntano i rossoblù di coach Carrea dopo un tempo supplementare e tanto equilibrio, a confermare quanto si è detto ovunque in sede di presentazione della gara: Lighthouse-Eurotrend era il big match della 17^ giornata di A2 Ovest, in campo due delle formazioni in forma e meritatamente premiate nelle zone alte della classifica. Pronostici confermati. Dopo una lunga corsa di continui botta e risposta, con un Jazz Ferguson in crescita all'interno del match e un Lorenzo Uglietti «rinato» dopo i recenti problemi fisici i rossoblù tornano a vincere sul parquet di Trapani dopo i due giri a vuoto delle recenti stagioni. Un successo che in ottica Playoff vale doppio e che riscatta, seppur indirettamente, le due frenate in trasferta dei biellesi a cavallo tra fine 2017 e inizio 2018.

PRIMO QUARTO - Alla palla a due, anticipata alle ore 17, coach Ugo Ducarello schiera sul parquet Jefferson, Renzi, Ganeto, Viglianisi e Perry; coach Michele Carrea risponde proponendo il classico starting five rossoblù: Ferguson, Chiarastella, Bowers, Uglietti e Tessitori. Eurotrend praticamernte perfetta a inizio match: 12-2 per il quintetto biellese con cinque punti di Chiarastella e Tessitori e timeout obbligato per la panchina di casa. Ma come spesso succede, basket dà e basket toglie: al rientro l'inerzia cambia campo e la Lighthouse con un break di 10 punti recupera tutto il gap: 14 pari e minuto questa volta prenotato dallo staff rossoblù. Di nuovo sul parquet, i siciliani mettono la testa avanti con Gabriele Ganeto dalla lunga ma Biella c'è e tiene il passo con Tessitori e Luca Pollone (autore del 21 pari a 50» da fine periodo). Al 10° è 24-24 sul tabellone del PalaConad.

SECONDO QUARTO - Frazione equilibrata e aperta da quattro punti di Jeese Perry. Con Bowers, Luca Pollone e Tessitori Biella timbra il nuovo contatto a quota 30. I rossoblù provano a sfruttare le occasioni giuste per portarsi al comando, ci riescono in tre occasioni, due delle quali firmate da Lorenzo Uglietti ma i padroni di casa non demordono e si mantengono in scia. Al rientro da un timeout sul 37-35 per i piemontesi, la Lighthouse scappa via spinta dalla precisione di Viglianisi e Renzi: 44-37. A un amen dall'intervallo Ferguson manda a referto il suo primo canestro pesante del pomeriggio: 44-40 al riposo.

TERZO QUARTO - Jefferson e Uglietti si sfidano ad armi pari dall'arco: pronti via...47-43. Uglio è il grande protagonista dei biellesi in avvio di secondo tempo: suoi anche gli altri due punti che riportano il team di coach Carrea a un solo possesso di svantaggio. La parità dei secondi dieci minuti di gioco non muta di una virgola nei primi sei dal ritorno sul parquet. Scollinato il 26° Bowers dalla lunga riporta al comando i rossoblù: 51-53, che diventa +4 Eurotrend grazie a una parabola dalla media di Lorenzo Uglietti. Timeout per coach Ugo Ducarello. Sembra di rivedere lo stesso film di inizio match: con il cronometro di nuovo in funzione, la Lighthouse prende tra le proprie mani il timone dell'incontro e con un break di 9-0 ribalta tutto: 60-55. Bowers suona la carica dalla lunga e prova a dare la scossa ai suoi per il meno due. La nuova parità arriva (finalmente) da un missile di capitan Ferguson: seconda tripla per lui del match e rossoblù che salgono a quota 63.

QUARTO QUARTO - Mollula manda due punti a referto ma è Luca Pollone a portare a casa il primo canestro pesante del quarto periodo. La seconda bomba arriva pochi possessi dopo con Amedeo Tessitori, al suo terzo centro dall'arco: Eurotrend avanti 69-67. Il match sui legni è intenso e gli spalti del PalaConad sono accesi come non mai. Sul nuovo pareggio, 69-69, Ferguson è micidiale dalla lunga, così come Filippo Testa superata la metà della frazione. È battaglia vera al PalaConad. Spinta dal suo capitano, questa sera in versione diesel, Biella firma un break di sei punti è scatta a più quattro, 78-74. A un minuto e due secondi dal gong Biella è avanti di tre lunghezze: 78-81, timeout per Trapani. Al rientro la Lighthouse si tiene a contatto. Sull'81 pari l'ultimo possesso è dei rossoblù ma il tentativo di Ferguson non centra l'anello. Overtime.

OVERTIME - Il valzer delle retine premia l'Eurotrend poi Tessitori riporta i suoi avanti di tre lunghezze. Biella non molla, lotta e conquista il pallone a rimbalzo e mette un timbro incredibile da tre con il suo capitano. Trapani smorza le speranze biellesi centrando dall'arco ma nel possesso a seguire Ferguson riceve fallo su tentativo dalla lunga e ha tre parabole dalla lunetta per allungare: 85-91, 1'37» a cronometro e timeout. A 1'05» dal termine Trapani è ancora lì, 89-91 con un canestro importantissimo in più a referto. Ferguson centra dal pitturato per il 93-89 poi Jefferson va in lunetta e conquista bottino pieno. Meno due. I possessi finali incoronano i rossoblù, che tornano così a vincere lontano dal Forum dopo un digiuno di sei settimane: 91-93.

Lighthouse Trapani-Eurotrend Biella 91-93 (dopo 1ts)

Parziali: 24-24, 44-40, 63-63, 81-81.

Lighthouse Trapani: Jefferson 9, Bossi 7, Renzi 15, Testa 5, Fontana n.e., Guaiana n.e., Ganeto 13, Mollura 4, Viglianisi 11, Spizzichini 7, Perry 20, Simic. All.: Ducarello.

Eurotrend Biella: Ferguson 28, Chiarastella 5, Bowers 10, Uglietti 17, Ambrosetti n.e., Pollone L. 8, Pollone M. n.e., Wheatle 2, Rattalino, Tessitori 21, Sgobba 2. All.: Carrea.

Arbitri: Gagno, Radaelli, Chersicla.