21 settembre 2018
Aggiornato 05:30

Il Fondo Edo Tempia saluta Monica Terranova

La donna è mancata a 46 anni. Era una testimonial per Dignicap
Adriana Paduos, direttore sanitario della Fondazione Tempia, insieme a Monica Terranova, 46 anni
Adriana Paduos, direttore sanitario della Fondazione Tempia, insieme a Monica Terranova, 46 anni (Fondo Edo Tempia)

BIELLA - «Non dimenticherò mai l'incredibile forza con quale Monica ha affrontato la malattia. Non si è mai lasciare scoraggiare. Anche negli ultimi giorni non aveva perso il suo sorriso». Sono le parole, commosse, di Adriana Paduos, direttore sanitario della Fondazione Tempia, alla notizia della morte di Monica Terranova, 46 anni, paziente oncologica e testimonial del Fondo. «Era una mia paziente, l'ho seguita a livello medico, ma negli anni si è creato un legame di amicizia». E da questa amicizia è nata l'idea di proporre a Monica di essere «il volto» della Fondazione nella campagna di acquisto del Dignicap, il rivoluzionario apparecchio per ridurre la caduta dei capelli delle donne sottoposte a chemioterapia, donato la scorsa primavera all'Azienda sanitaria locale. 

LA STORIA - Il legame di Monica con il Fondo era già consolidato negli anni: nel 2010 aderì al progetto "Diana 5" del dottor Berrino coordinato, per le donne biellesi, da Angelica Mercandino. Partecipò alle attività del Centro di ascolto psicologo, ai laboratori di arteterapia, ai gruppi di cucito e agli incontri di «dolce benessere in movimento».

IL CORAGGIO - Attiva e dinamica, Monica non si è mai arresa alla malattia. Sempre truccata e impeccabile, sorrideva e partecipava con entusiasmo alle attività scolastiche della figlia Giorgia. Tutta la Fondazione la ricorda con grande affetto.