21 ottobre 2018
Aggiornato 02:30

Gli esami dell'Asl ora si prenotano e si ritirano in Comune

Accordo dell'amministrazione del sindaco Francesca Delmastro e l'Azienda sanitaria locale. Obiettivo difendere la residenzialità in valle
Francesca Delmastro e il nuovo ospedale biellese
Francesca Delmastro e il nuovo ospedale biellese (Diario di Biella)

ROSAZZA - Mantenere la residenzialità nelle valli è una sfida tanto difficile quanto affascinante che oggi gli amministratori possono però affrontare in termini vincenti anche grazie alle nuove tecnologie che costituiscono un alleato fondamentale, consentendo di accorciare le distanze e rendere maggiormente fruibili i servizi. Il desiderio condiviso dal Comune di Rosazza e dall’Azienda sanitaria locale di Biella di rendere meno gravoso espletare le formalità necessarie ad accedere ai servizi sanitari, per chi vive distante dal capoluogo, e le straordinarie opportunità offerte dall’informatica hanno portato i due enti a promuovere un progetto che consentirà ai rosazzesi di prenotare esami clinici e ritirare i relativi esiti direttamente presso gli uffici comunali, riducendo drasticamente i disagi legati ai trasferimenti a Biella oggi necessari per effettuare queste formalità.
 
IL SINDACO - Il sindaco di Rosazza, Francesca Delmastro delle Vedove, esprime tutta la sua soddisfazione per la definizione di questo protocollo che consentirà a tutti i rosazzesi di accedere ai servizi Asl in modo snello, evitando scomodi e ripetuti spostamenti su Biella ove dovranno recarsi unicamente per effettuare materialmente gli esami diagnostici. Già da questa settimana pertanto la prenotazione degli esami e, successivamente, il ritiro dei referti potrà avvenire comodamente presso gli uffici comunali rivolgendosi al personale addetto che nelle settimane scorse è stato debitamente formato.