15 ottobre 2018
Aggiornato 17:30

Gli ex Venuto e Pierich sulla strada dell'Eurotrend in cerca di riscatto

Giovedì a Roma i rossoblù in campo (ore 20,30) contro l'Eurobasket Leonis. Coach Carrea: «Servirà una prestazione difensivamente solida»
Carrea e Ferguson al Forum (foto Tesoro)
Carrea e Ferguson al Forum (foto Tesoro) (Pallacanestro Biella)

BIELLA - Secondo turno infrasettimanale della stagione per l'Eurotrend Biella, in partenza questa mattina in pullman destinazione la Capitale. I rossoblù saranno ospiti domani sera per la ventesima giornata di regoular season, girone Ovest, dell'Eurobasket targata Leonis. La Roma biancoblù da poche settimane conta nel proprio motore due ex protagonisti della pallacanestro biellese, Simone Pierich e Marco Venuto. Appuntamento sui legni del PalaTiziano per la palla a due alle ore 20.30.

IL COACH - Coach Michele Carrea: «Arriva un turno infrasettimanale, in trasferta, con tutte le anomalie di dover organizzare una partita in poco tempo contro una squadra che ha tanto bisogno di punti e che arriva da un periodo di cambiamenti. L'Eurobasket Roma oggi ha sicuramente una struttura diversa rispetto a quella dell'andata anche se la presenza dei due americani ne continua a caratterizzare il gioco. Deloach e Sims possiedono grande qualità offensive, il primo soprattutto nel campo aperto e nel pick and roll, il secondo con una dimensione interna ed esterna di grande pericolosità. A loro va aggiunto oggi un pacchetto di italiani con un po' meno qualità rispetto all'assetto di inizio stagione ma certamente più solido ed esperto. L'Eurobasket oggi può davvero esprimere una pallacanestro consistente. Da parte nostra servirà una prestazione difensivamente solida perché questa è la nostra peculiarità: dipende solo da noi. È un incontro in trasferta e quindi sarà importante scendere in campo uniti e coesi nel cercare di andare sui vantaggi di squadra insieme per quaranta minuti. Per quanto riguarda la partita che dovremo fare in attacco va premesso che match con poco tempo a disposizione per prepararli si portano dietro tanti punti interrogativi. Dovremo incanalare la nostra energia, partire dalle nostre certezze difensive e poi sviluppare da lì la possibilità di conquistare i due punti».