24 febbraio 2018
Aggiornato 16:30
Sport

Al Piazzo arriva la maglia di Gonzalo Higuain

L'ultimo pezzo che si aggiunge alla mostra "I miti del calcio" è la maglietta dell'attaccante della Juventus. Esposizione a Palazzo Gromo Losa e Palazzo Ferrero

Scorcio dell'allestimento (© Diario di Biella)

BIELLA - Un nuovo, prestigioso, pezzo si aggiunge alla collezione della mostra «Il mito del calcio – Dal glorioso passato un esempio per il futuro», ospitata da Palazzo Ferrero e Palazzo Gromo Losa, a Biella Piazzo, e aperta al pubblico venerdì (15-19), sabato e domenica (10-13/15-19) fino al prossimo 8 aprile. Gonzalo Higuain, attaccante della Juventus, ha donato la maglia utilizzata durante Fiorentina- Juventus, partita di serie A disputata il 9 febbraio. I bianconeri hanno vinto 2-0 e il secondo gol è stato segnato proprio dall’attaccante argentino. In serie A, fino a questo momento, il suo bottino è di 14 gol.

L'EVENTO - La mostra «Il mito del calcio: dal glorioso passato un esempio per il futuro» si sviluppa, su diverse linee di racconto che soddisferanno le curiosità e la passione di bambini e adulti, non necessariamente tifosi di calcio, anzi. La mostra è rivolta anche al pubblico tradizionale dei visitatori delle mostre nei palazzi Ferrero e Gromo Losa. Le storie dei grandi campioni del pallone di ieri e di oggi, gli esempi di Fair Play e la promozione di un corretto stile di vita sono argomenti universali pure se intrecciati con il mondo del pallone. Maglie interattive, i campioni vi parlano! Sono una cinquantina le maglie presenti in mostra. La maggior parte sono a Palazzo Gromo Losa salvo alcune che formano, in una stanza di Palazzo Ferrero, una top11 su manichini schierati su un campo d’erba sintetica griffato da Footballove. Si passa dalla maglietta utilizzata da Gennaro Gattuso la sera dei quarti di finali ai Mondiali 2006 nella sfida contro l’Ucraina, a quella autografata da Cristiano Ronaldo e prestata alla mostra grazie alla collaborazione del suo procuratore Jorge Mendes. Non mancano poi le maglie dei grandi campioni azzurri Gianluigi Buffon (ci sono anche i suoi guanti!) e Andrea Pirlo (ci sono anche le sue scarpe!) e del cossatese Campione del Mondo Alberto Gilardino. Completano la collezione, alcune casacche più «antiche», donate alla Madonna d’Oropa dai grandi campioni del passato, tra cui Zoff, Pulici, Altafini e Bettega. Inoltre, all’inaugurazione, Paolo Maldini ha portato per essere esposta la medaglia vinta nella finale di Champions League 2007 con il Milan, mentre Damiano Tommasi ha prestato una sua maglia Azzurra utilizzata nelle Olimpiadi del ‘96 ad Atlanta.

ORGANIZZAZIONE - Una mostra, quella organizzata da #calciodeicampioni, pensata soprattutto per i più giovani. Le visite nelle scuole dei grandi campioni del mondo del calcio, assieme alla visita della mostra, si muovono in questa direzione e vogliono essere un’importante opportunità di crescita. Visite guidate. Per le scuole primarie e secondarie, per i settori giovanili delle società di calcio o per gruppi, sono previste visite guidate su appuntamento anche in settimana, grazie al prezioso contributo dei ciceroni studenti coinvolti nel progetto formativo. Per avere informazioni in merito, occorre scrivere all’indirizzo email calciodeicampioni@palazzoferrero.it o contattare il numero 388.5647455.

INFORMAZIONI - La mostra «Il mito del calcio: dal glorioso passato un esempio per il futuro» sarà visitabile fino all’8 aprile. Gli orari di apertura, saranno i seguenti. Il venerdì dalle 15 alle 19, il sabato, la domenica e i giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; ci saranno due aperture straordinarie domenica 1° aprile (Pasqua) e lunedì 2 aprile (Pasquetta). L’ingresso è gratuito fino ai 16 anni euro (ridotto 4 euro, dai 17 ai 22 anni), mentre il biglietto intero costa 5 euro per la visita nei due palazzi. Biglietteria a Palazzo Ferrero, dove inizia la mostra.

La maglietta donata dall'attacante della Juve

La maglietta donata dall'attacante della Juve (© Diario di Biella)