17 dicembre 2018
Aggiornato 11:00

Storie olimpiche con il Panathlon Biella

Ricordi e aneddoti con Laura Odiard Des Ambrois, Roberto Franco, Marco Menchini e Claudio Ravetto
Ospiti e organizzatori della serata
Ospiti e organizzatori della serata (Diario di Biella)

BIELLA - Con la «fiamma» accesa a PyongChang, il Panathlon Biella per il tradizionale convivio mensile ha accolto alcuni dei protagonisti biellesi che hanno preso parte in passato alle Olimpiadi. «Quando abbiamo iniziato a pensare alla serata - dicono gli organizzatori per conto del presidente Franco Bessi, Anna Zumaglini e Piero Ramella - eravamo convinti di arrivare a coprire trent’anni di storia a cinque cerchi. Invece i nostri ospiti ci hanno permesso di ricordarne cinquanta».

LA STORIA - Quindi da Grenoble 1968 fino a oggi aneddoti, ricordi, pensieri sono arrivati di Laura Odiard Des Ambrois, Roberto Franco, Marco Menchini e Claudio Ravetto. Bob, sci alpino, freestyle le specialità e con figure differenti, un giudice, un allenatore, due atleti raccontati con la semplicità di chi è consapevole che quella competizione è la «competizione delle competizioni». Per ognuno un apice personale nella carriera sportiva. Per Laura Odiard Des Ambrois, fra i tanti, quello di essere stata la prima Delegato tecnico, il capo dei giudici, donna nella storia dei Giochi, nell’edizione di Albertville. Qualche dispiacere, come per Ravetto quando vide Giorgio Rocca uscire di gara al Sestriere nel 2006, oppure molta conoscenza tecnica, come ha mostrato Menchini frenatore del mitico ITA I del bob a quattro del grande Gunther Huber, e una buona dose di spensieratezza giovanile illustrata da Franco con il suo approdo in Canada passando dalle Hawai con relativo abbigliamento tutt’altro che d’ordinanza. Infine anche chi non ci può andare, alle Olimpiadi ha detto la sua. Alberto Monticone, allenatore dell’Italia dello sci di velocità, il Kl, specialità esclusa dai giochi ma che si «consola» con le due vittorie in Coppa del Mondo di Valentina Greggio e Simone Origone sulle difficili nevi finlandesi.