15 agosto 2018
Aggiornato 19:00

Commercio, ancora scontro Ascom-Confesercenti

Dura replica alle parole di Sacco, da parte del vice di Novaretti, Perotto. Tensioni sui finanziamenti e gli aiuti per le diverse iniziative
Il presidente Ascom, Mario Novaretti
Il presidente Ascom, Mario Novaretti (Diario di Biella)

BIELLA - Non si fa attendere la risposta dell'Ascom al duro attacco mosso, nei giorni scorsi, dalla Confesercenti, tramite le parole del suo presidente Angelo Sacco (la denuncia). A prendere carta e penna, invece, ora, è il vice-presidente Alberto Perotto.

DIFESA - «Alimentare ulteriormente una polemica sterile basata, tra l’altro, su dati oggettivamente falsati e decontestualizzati fra loro è utile solo a chi ama operare per il solo gusto di apparire invece di adoperarsi per il reale bene del commercio. Non aggiungiamo nulla a ciò che ha gia’ dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Biella e Vercelli, Alessandro Ciccioni, che ha respinto al mittente e con decisione quelle che, di fatto, sono e restano puerili illazioni. Non possiamo, però , continuare a tollerare i continui attacchi personali al nostro presidente a cui l’intero apparato di Ascom rinnova piena fiducia e assoluta solidarieta».

CONTRO-ATTACCO - "L’atteggiamento ostile nei confronti di Ascom Biella e dei suoi associati che il presidente di Confesercenti ha espresso nel corso di una colorita conferenza stampa impone una seria riflessione oltreché una risposta quanto mai pronta e immediata. Credo che prima di tutto ci debba essere rispetto per un’associazione di categoria che opera da tempo in favore, non solo dei suoi associati ma anche dell’intero comparto commerciale biellese. Nessuno di questa associazione ha mai provveduto a sminuire, pari modo, l’operatività di qualsiasi associazione di categoria sulle proprie attività neppure quando queste fossero, oggettivamente, di dubbio gusto. La contribuzione pubblica è strettamente legata a progetti che, come ribadito dallo stesso presidente Ciccioni, vengono erogati se, e solo se, vi siano «elementi innovativi e attrattivi in grado di generare ricadute rilevanti e misurabili per il comparto commerciale e turistico», se le iniziative di Confesercenti non soddisfavano questi criteri occorrerebbe fare un minimo di autocritica. Sacco dimentica che Camera Commercio e’ , infatti, l’organismo che raccoglie, in seno alla sua giunta, tutte le compagini che contribuiscono al mondo economico del territorio, ognuna delle quali presente in funzione del suo peso rappresentativo».

COMUNE DI BIELLA - "Se il Comune, infine, per questioni tecniche, ha deciso di posticipare una serie di interventi ai Giardini Zumaglini non abbiamo mai gridato al complotto, non abbiamo convocato improbabili conferenze stampa, ci siamo limitati a prenderne atto: Questione di stile. L’invito e’ quello, se proprio una via collaborativa non fa parte del Dna di alcuni, di lavorare verso l’unico fine che dovrebbe essere la materia fondativa di qualsiasi associazione di categoria che si rispetti: adoperarsi, cioè , non per il proprio ego ma per il solo bene del commercio del nostro territorio».