17 agosto 2018
Aggiornato 05:00

Brucia la spazzatura nel soggiorno di casa e finisce nei guai

Affetto da problemi di instabilità mentale, dà fuoco alla spazzatura nel salotto di casa con il rischio di mandare in cenere un intero condominio
Polizia di Stato
Polizia di Stato (Diario di Biella)

BIELLA - Affetto da problemi di instabilità mentale, dà fuoco alla spazzatura nel salotto di casa con il rischio di mandare in cenere un intero condominio. Protagonista del folle episodio un 43enne di Biella, ora arrestato per tentato incendio aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Erano le 9 di sabato mattina quando una Volante della Polizia è giunta in sirena a Chiavazza, in Regione Croce, su richiesta dei vigili del fuoco. Dall'appartamento di un immobile usciva un denso fumo, che aveva già invaso il vano delle scale, e il 43enne non voleva aprire la porta. Gli agenti hanno provato a convincerlo, senza riuscirvi, tanto che alla fine sono stati costretti ad abbattere il battente. Dentro, sul tavolino del soggiorno, bruciavano pacchetti di sigarette vuoti, cartoni di vino, stracci e altro ancora. L'uomo si è giustificato dicendo che era normale e che si trattava di un'usanza veneta. La sua palese instabilità mentale non gli ha evitato le manette ai polsi.